FORMAZIONE

MASTER GEOSTATISTICA PER LA SALUTE DELL’UOMO, DEGLI ANIMALI E DELL’AMBIENTE (scadenza pre-iscrizioni settembre/ottobre 2022)
BROCHURE| LINK

FORMAZIONE CONTINUA

=> Corso di Autocad 2D base
=> Programmazione R
=> Telerilevamento ottico
=> QGIS Base: Cartografia tematica e gestione dei dati territoriali con QGIS
=> QGIS e i Database Spaziali: Utilizzo avanzato di QGIS con Database relazionali (PostGIS e SpatiaLite)
=> Rilievo GNSS (GPS): Impiego della tecnologia GNSS nel rilievo del territorio
=> Elaborare dati LiDAR con Software Open
=> Introduzione al Machine Learning

FORM DI ISCRIZIONE QUI

Calendario dei Corsi

MESE

DATA

TERMINE ISCRIZIONE

CORSO

ORE

MAGGIO

26-27

12/05/2022

Elaborare dati LiDAR con Software Open

16

GIUGNO

15-16-17

01/06/2022

QGIS Base

24

20-21-22

13/06/2022

Rilievo GNSS-GPS

24

LUGLIO

7-8

23/06/2022

QGIS Base Avanzato e Database Spaziali

16

 

12

28/06/2022

Autocad 2D base

8

13-14-15

29/06/2022

Rilievo GNSS-GPS

24

SETTEMBRE

5-6-7

22/08/2022

Rilievo GNSS-GPS

24

26-27-28

12/09/2022

QGIS Base

24

 

29

15/09/2022

Autocad 2D base

8

OTTOBRE

10-11-12

26/09/2022

Telerilevamento ottico

24

24-25

10/10/2022

Introduzione alla programmazione R:
applicazioni alle analisi vettoriali e raster di dati ambientali

16

NOVEMBRE

15-16

31/10/2022

Introduzione al Machine Learning con R

16

N.B. le date proposte potrebbero subire variazioni. Consultate il sito web per conferma



Durata

Quota intera

Quota ridotta

24 ore

250,00

230,00

16 ore

180,00

160,00

8   ore

120,00

100,00

Machine Learning

16 ore

500,00

400,00


La quota ridotta è riservata al personale, studenti, neolaureati (entro i 12 mesi), dottorandi dell’Università di Padova, ai Geometri iscritti al collegio di Padova, agli Ingegneri iscritti all’Ordine di Padova (le quote sono esenti IVA ai sensi dell’art. 10 del D.P.R. 633/72).
I pagamenti saranno effettuati tramite la piattaforma pagoPA.


Presentazione

200 corsi erogati, 2000 allievi formati; sono i numeri che meglio rappresentano i 12 anni di esperienza del CIRGEO nel campo della formazione GIS-GPS. I Sistemi Informativi Territoriali (GIS) ed i Sistemi di Posizionamento Globale (GPS) sono strumenti diffusi negli uffici tecnici delle amministrazioni pubbliche, nel mondo delle professioni e della ricerca. L’elevata disponibilità di dati territoriali e lo sviluppo di software sempre più versatili e potenti, rendono i GIS e i GPS indispensabili nella gestione dei dati e nella pianificazione territoriale.
CIRGEO è un Centro Interdipartimentale dell’Università degli Studi di Padova che si occupa di ricerca e formazione nel campo della Geomatica e che offre corsi nell’uso dei GIS e dei sistemi GPS rivolti a chi si avvicina per la prima a volta a questi strumenti, e chi intende approfondire l’uso in ambito professionale, tecnico e accademico.

Destinatari dei corsi

L’offerta formativa del CIRGEO è rivolta agli studi professionali, ai liberi professionisti, al personale tecnico impiegato nelle amministrazioni pubbliche, Servizi Forestali, ARPA, Consorzi di Bonifica, Genio Civile, Centri di Ricerca; all’interno del mondo universitario ai Dottorandi di ricerca, ai Docenti universitari, al Personale tecnico, ai Neolaureati.

Struttura dei Corsi

La struttura dei corsi prevede un breve inquadramento teorico per poi proseguire con un percorso pratico di apprendimento dei diversi strumenti software.

Sede dei corsi

I corsi si terranno in presenza nelle aule informatiche del Campus di Agripolis, a Legnaro a 10 km dalla città di Padova. L’aula è attrezzata con un PC per allievo, ma il discente può utilizzare il proprio portatile.

Attestato di partecipazione

Agli iscritti che frequentano almeno l’80% del corso sarà consegnato un attestato di partecipazione.

Modalità di partecipazione

L’accesso ai corsi avviene attraverso registrazione e iscrizione online dal sito web: https://www.cirgeo.unipd.it/cirgeo/formazione.html
I corsi vengono attivati al raggiungimento di un minimo di iscritti. Per ciascun corso è previsto un numero massimo di 20 partecipanti, di cui non più di 12 in presenza. I partecipanti saranno ammessi al corso in base alla data di completamento dell’iscrizione online.

Corsi per l’apprendimento permanente

I corsi fanno parte del Catalogo per l’apprendimento permanente dell’Università di Padova.

Coordinatore Scientifico

Prof. Alberto Guarnieri
Università degli Studi di Padova
CIRGEO – Dip. TESAF
Viale dell’Università, 16 35020 Legnaro (PD)
Tel (+39) 0498272756
e-mail alberto.guarnieri@unipd.it

Informazioni e Iscrizioni
Sonia Miolo (amministrazione) Tel. 049 8272727
Marco Piragnolo (supporto tecnico) Tel. 049 8272514
e-mail: corsi.cirgeo@gmail.com

La segreteria sarà a disposizione dal lunedì al venerdì dalle ore 9:30 alle ore 14:00

FORM DI ISCRIZIONE QUI

Corso di Autocad 2D base

Il corso propone le principali nozioni del disegno automatico. I principali temi affrontati durante il corso saranno inerenti al disegno vettoriale bidimensionale con alcuni cenni al rilievo 3D. Dialogo con il software CAD. Controllo della visualizzazione. Strumenti di disegno e di correzione di errori. Aiuti al disegno. Il disegno di precisione. Impostazione, organizzazione e gestione del disegno. Disegno e modifica di oggetti. Blocchi e riferimenti esterni. Testo e attributi. Quotatura del disegno. Messa in tavola e stampa. Files di interscambio.

Il contenuto degli 8 moduli di lezione della durata di 1 ora effettiva cadauno è il seguente:

1) Introduzione. Creazione, visualizzazione, selezione. Introduzione al software. Creazione file disegno. File disegno (dwg) e modello (dwt). Visualizzazioni e selezioni.

2) Impostazioni principali per il disegno. Annullare i comandi. Unità di misura. Designazione dei punti. Modalità orto. Puntamento polare. Snap ad oggetto 2d. Sistema di riferimento. Sistema globale. Coordinate cartesiane. Coordinate polari. Coordinate relative.

3) Disegnare oggetti 2d. Modalità snap e griglia. Disegnare con linee di costruzione parallele: comandi offset, taglia, estendi, raccorda, cima. Comando esplodi. Pannello disegna. Comandi linea, raggio, xlinea, arco, polilinea, rettangolo, polig, cerchio, ellisse, spline, punto, regione, fumettorev.

4) Tratteggi. Proprieta’. Layer. Riempire un’area chiusa con tratteggio. Inserimento di raster o pdf. Proprietà al passaggio del mouse. Tavolozza delle proprietà. Colore degli oggetti. Tipi di linea. Spessori di linea. Trasparenza degli oggetti. Layer.

5) Modifica degli oggetti. Inserimento dei testi. Comandi: ruota, sposta, copia, serie, specchio e scala. Comandi: allinea, stira, esplodi, unisci, editpl, eliminaduplicati, ordine di visualizzazione. Inserimento e modifica di testi e tabelle.

6) La quotatura dei disegni. Quote lineari e allinate, angolari, lunghezza arco, di coordinate con linea base e continue. Quotatura rapida. Le multidirettrici. Stili di quota. Finestra di dialogo: modifica stile di quota. Modifiche locali, posizione e stile testo. Quote associative.

7) Blocchi e stampa. Creazione, inserimento e proprieta’ dei blocchi. Finestra di stampa. Impostazioni del plotter. Stampa virtuale. Spessori e colori di stampa.

8) Schede di layout e modello-stampa dei disegni. Finestre mobili. Impostazione della scala. Preparazione dello spazio modello. Preparazione di un layout di stampa. Metodo di lavoro. Esercizi.

Last updated on 01 Apr 2022

Programmazione R

R è un linguaggio di programmazione per il calcolo statistico e la creazione di grafici. R è un software free multipiattaforma (UNIX, Windows, MacOS) e fornisce un’ampia varietà di tecniche statistiche (modellazione lineare e non lineare, test statistici classici, analisi di serie temporali, classificazione, clustering, …). L’obbiettivo del corso è fornire le basi di programmazione e gestione di un progetto R con esempi pratici sull’analisi di dati geografici.

Giorno 1

Installare R e interfaccia di programmazione (IDE) RStudio - variabili in R e strutture a oggetti in R (da vettori a matrici multi-dimensionali, tabelle etc…) - gestire un progetto R e file di script - importare ed esportare dati da diversi formati (MS Excel, immagini, testo, raster/vettoriali, file online ecc…). Utilizzo di librerie dedicate per funzioni avanzate, la libreria sf (per dati vettoriali) e la libreria Terra (per i dati raster) - Creare delle funzioni in R e chiamare le funzioni nelle righe di comandi.

Giorno 2

Esempi pratici di manipolazione di dati geografici vettoriali e raster - utilizzo modelli per classificazione / regressione su dati geografici - creazione di grafici ed esportazione di grafici nei formati PDF e formati immagine per inclusione in documenti. Esempi pratici di utilizzi avanzati (e.g. Shiny come interfaccia web)

Last updated on 23 Mar 2022

Telerilevamento ottico

I dati satellitari sono una fonte importante, aggiornata e low-cost di informazioni e sono ampiamente utilizzati nel mondo professionale ed accademico. Il corso di telerilevamento vuole introdurre i discenti all’utilizzo di dati telerilevati, fornendo le basi teoriche per un utilizzo pratico del dato al fine di estrarre informazioni accurate. I software Open Source (OS) i.e. a codice sorgente non vincolato da licenze restrittive. I software OS non richiedono oneri di acquisto per il loro utilizzo e hanno il codice dell’applicativo stesso disponibile a tutti, garantendo quindi la massima trasparenza.

PRIMA GIORNATA

Introduzione al telerilevamento ottico, satelliti con open-data, satelliti con dati commerciali, come acquisire il dato online. Software a disposizione pros/cons (SNAP, QGIS, ENVI….) - caratteristiche delle immagini satellitari (bande, risoluzione radiometrica / spaziale /spettrale)

SECONDA GIORNATA

Caricare un’immagine nel software, la firma spettrale (calcolo a video) - creare un set di bande - calcolo di indici usando combinazioni di bande - introduzione alla classificazione (supervisionata e non supervisionata), algoritmi di classificazione (da classificazione standard a algoritmi non parametrici di intelligenza artificiale).

TERZA GIORNATA

Come valutare l’accuratezza di una classificazione, matrice di confusione, tabella a doppia entrata per valutare la differenza tra due risultati della classificazione, metriche di cambiamento.

Last updated on 23 Mar 2022

QGIS Base: Cartografia tematica e gestione dei dati territoriali con QGIS

QGIS (QGIS) è un software Open Source che ha avuto una larga diffusione negli ultimi anni ed è attivamente mantenuto da una comunità internazionale di sviluppatori. Con un approccio pratico e diretto in questo corso saranno affrontate le tematiche della corretta gestione dei dati territoriali e della restituzione cartografica, sia essa finalizzata alla stampa o alla produzione di mappe da inserire in documenti o poster, utilizzando il software Open Source QGIS. I singoli argomenti trattati verranno calibrati possibilmente al livello di conoscenza dei partecipanti al corso, partendo dalla produzione del dato, alla verifica sino alla restituzione cartografica per la stampa. Oltre agli aspetti tecnici sull’utilizzo del software verrà inquadrato l’ambiente di utilizzo (sistemi operativi), verranno trattate le modalità di installazione, di configurazione e la possibilità di estendere le potenzialità di QGIS tramite plugin. Verrà poi trattato per cenni l’utilizzo di QGIS come strumento ausiliario di altri software GIS quali GRASS GIS, PostgreSQL/PostGIS e SpatiaLite. Queste ultime tematiche possono poi essere approfondite nei corsi: QGIS e i Database Spaziali: Utilizzo avanzato di QGIS con Database relazionali (PostGIS e SpatiaLite).

PROGRAMMA DI MASSIMA:

PRIMA GIORNATA

Mattina (9:00-13:00) - Breve panoramica sul software Open Source - Sistemi operativi, modalità di installazione e configurazione di QGIS - Panoramica sui formati supportati da QGIS, formato vettoriale e formato raster - Cenni sui sistemi di riferimento, trasformazioni tra sistemi di coordinate - Configurazione delle opzioni fondamentali

Pomeriggio (14:00-18:00) - QGIS Desktop: operazioni fondamentali, interfaccia del programma, caricamento e visualizzazione dati - Impostazione del sistema di coordinate, riproiezione “al volo” - Importanza dei Metadati - Struttura ed uso del formato shapefile, pregi e limiti - Creare uno shapefile, tramite importazione di dati o da interfaccia di editing

SECONDA GIORNATA

Mattina (9:00-13:00) - QGIS Browser: organizzazione e gestione dei dati - Conversione dati tra formati diversi, importazione ed esportazione dati - Elaborazione dati: principali strumenti di “geoprocessing” su dati vettoriali (buffer, dissolve, clip etc…) - Georeferenziazione di dati raster

Pomeriggio (14:00-18:00) - Operazioni fondamentali di editing del formato vettoriale - Importazione di dati tabellari - Gestione dei dati tabellari, interrogazioni e filtri sui dati - Gestione dei dati tabellari, editing manuale e con l’uso di formule - Gestione dei livelli di dati, impostazione della simbologia

TERZA GIORNATA

Mattina (9:00-13:00) - Simbologia avanzata, gestione e creazione di simboli - Applicazione della simbologia, vestizione dei livelli per la stampa - Layout di stampa, preparazione e salvataggio del cartiglio - Layout di stampa, configurazione delle vista sui dati - Layout di stampa, inserimento e configurazione della legenda

Pomeriggio (14:00-18:00) - Esportazione della carta per la stampa, risoluzione e formati - Generazione di atlanti cartografici (map books) - Come estendere le capacità di QGIS: sistema dei Plug-in - Come procedere, cenni sui principali “Plugin” e l’interazione con GRASS GIS

Last updated on 20 Jan 2021

QGIS e i Database Spaziali: Utilizzo avanzato di QGIS con Database relazionali (PostGIS e SpatiaLite)

I partecipanti dovrebbero avere già seguito il corso QGIS Base: Cartografica tematica e gestione dei dati territoriali con Quantum GIS o comunque devono aver acquisito conoscenze di base sui Sistemi Informativi Territoriali ed avere conoscenza del formato vettoriale Shapefile/dbf universalmente utilizzato nei software GIS

Il corso si propone di affrontare tematiche avanzate sull’utilizzo del software QGIS in un ottica di gestione territoriale con basi di dati distribuite. Il software Open Source QGIS verrà utilizzato quale interfaccia per l’interrogazione e la gestione dei dati con i database relazionali. In particolare verranno utilizzati i database Open Source PostgreSQL/PostGIS e Spatialite, che costituiscono di fatto i due principali strumenti nel panorama open per la gestione dei dati sia a livello Enterprise (PostgreSQL) che a livello di applicazione (Spatialite). Nella prima fase del corso verranno affrontate le tematiche relative alla configurazione dei database relazionali come strumenti di archiviazione ed elaborazione dei dati. Nella seconda fase verranno affrontate le possibilità offerte da QGIS di sfruttare i punti di forza dei database spaziali, utilizzando QGIS come interfaccia per la visualizzazione e l’editing dei dati immagazzinati nel database, come strumento indispensabile per una interazione più intuitiva ed immediata con le tabelle sia spaziali che alfanumeriche. Verranno inoltre esplorate le possibilità di elaborazione e gestione dei dati usando direttamente il linguaggio SQL e quelle di programmazione di attività di editing, impostando regole per i domini dei dati, per liste di attributi validi e prestabiliti. Verrà infine affrontato per cenni l’utilizzo di QGIS come client per server di dati territoriali che sfruttino i protocolli WMS (Web Map Server) e WFS (Web Feature Server). Il corso affronta tematiche avanzate sulla gestione e configurazione dei database relazionali e della connessione remota ai dati, anche con riferimenti all’utilizzo diretto del linguaggio SQL (Structured Query Language), risulta pertanto particolarmente indicato per chi abbia già seguito un corso almeno introduttivo sui GIS e/o Sistemi Informativi Geografici ed abbia già acquisito nozioni fondamentali sull’utilizzo dei GIS e del formato vettoriale “shapefile”. Durante il corso verranno proposti esercizi pratici utili sia a prendere confidenza con i software che alla comprensione degli argomenti trattati.

PROGRAMMA DI MASSIMA:

PRIMA GIORNATA

Mattina (9:00-13:00) - Cenni introduttivi sui database relazionali - PostgreSQL/PostGIS: introduzione, installazione del programma ed abilitazione della estensione spaziale PostGIS - PostgreSQL/PostGIS: utilizzo dei principali file di configurazione e parametri; - PostgreSQL/PostGIS: differenze tra amministratore e utente, creazione del database - Cenni sul linguaggio dei database SQL (Structured Query Language) - QGIS e PostgreSQL/PostGIS Configurazione della connessione al database, significato e impostazione dei parametri

Pomeriggio (14:00-18:00) - Organizzazione dei dati in Database e Schema - QGIS e PostgreSQL/PostGIS Importazione, esportazione e backup dei dati vettoriali - SpatiaLite: introduzione e configurazione - PostgreSQL/PostGIS e SpatiaLite, confronto e caratteristiche - Interazione di QGIS con il database Spatialite - Caricamento di dati tabellari nel database SpatiaLite

SECONDA GIORNATA

Mattina (9:00-13:00) - Strumenti per l’amministrazione dei database PostgreSQL - Linguaggio SQL: utilizzo dei principali comandi per la gestione e l’elaborazione dei dati - Gestione delle tabelle con il linguaggio SQL, concetto ed utilizzo delle “View” - Relazioni tra le tabelle, “join” dei dati, applicazione su database e con QGIS - QGIS e database: utilizzo congiunto dei dati tabellari

Pomeriggio (14:00-18:00) - QGIS ed editing vettoriare con attributi prestabiliti (domini e liste) - Salvataggio della simbologia dei layer vettoriali in PostgreSQL - QGIS spatial query - Editing su database con QGIS - Utilizzo dei servizi WMS lato client con QGIS

Last updated on 20 Jan 2021

Rilievo GNSS (GPS): Impiego della tecnologia GNSS nel rilievo del territorio

Il corso è rivolto ad utenti con esperienza scarsa o nulla in campo di strumentazione GPS. È comunque richiesto un minimo di esperienza nell’utilizzo del PC in ambiente Windows ed una conoscenza basilare di Excel.

Il corso, di carattere teorico-pratico, fornisce le nozioni di base per un corretto utilizzo del sistema GPS. I temi trattati riguardano le più diffuse metodologie operative di misura; i partecipanti utilizzeranno le strumentazioni GPS, faranno esercitazioni pratiche di rilevamento, elaborazione e restituzione di dati. Sarà disponibile uno strumento GPS ogni 3-4 partecipanti, mentre, per la parte pratica in aula informatica, ciascun allievo avrà a disposizione un PC.

PRIMA GIORNATA

Mattina 9:00–13:00 - Generalità sul sistema di Posizionamento Globale NAVSTAR GPS - Caratteristiche del segnale GPS - Osservabili GPS: misure di codice e di fase - Fattori che influenzano le misure GPS - Il sistema GLONASS

Pomeriggio 14:00–18:00 - Modalità di posizionamento: assoluto, relativo, differenziale in tempo reale - Metodologie operative: statico, rapido-statico cinematico post-processato ed RTK - Tipologie di ricevitori GPS
- Pianificazione di un rilievo GPS

SECONDA GIORNATA

Mattina 9:00–13:00 - Progettazione di una rete locale - Realizzazione e rilievo sul campo di una rete di caposaldi

Pomeriggio 14:00–18:00 - Il post-processamento e la compensazione di reti - Calcolo e compensazione della rete realizzata - Esercitazione con PC sulla compensazione dei dati misurati - Stazioni permanenti e reti: caratteristiche ed uso

TERZA GIORNATA

Mattina 9:00–13:00 - Inquadramento di un rilievo GPS - Datum altimetrici e planimetrici (ROMA40, ED50, WGS84 e modelli del geoide) - Richiami sui sistemi di proiezione cartografica - Il GPS in Italia: la rete IGM 95 - Metodi per la trasformazione di coordinate - Esercitazione con PC sulla trasformazione di coordinate

Pomeriggio 14:00–18:00 - Reti RTK per il posizionamento in tempo reale - Prova pratica di rilievo RTK - Elaborazione dei dati su PC - Visualizzazione dei dati GPS in ambiente GIS - Commenti e suggerimenti

Last updated on 20 Jan 2021

Elaborare dati LiDAR con Software Open

Il corso introduce alla gestione dei dati LiDAR, in particolar modo quelli rilevati da aeromobile. Verranno illustrati i formati più comunemente utilizzati per i dati LiDAR, come accedere al dato e come visualizzarlo. Verranno forniti degli strumenti Open Source per la visualizzazione e la conversione tra formati. Verranno spiegate le tecniche per la compressione del dato LiDAR (notoriamente archiviato in file di dimensioni elevate) e per le elaborazioni di base del dato, ovvero la creazione di TIN e raster (e.g. il modello digitale del terreno). Verranno infine illustrate tecniche avanzate di elaborazione di filtraggio e classificazione dei punti LiDAR mediante software Open Source. Il corso ha l’obiettivo di far acquisire ai partecipanti le conoscenze tecniche per utilizzare dati da laser scanner nei vari formati disponibili (LAS varie versioni, ASCII etc…) e far apprendere quali strumenti sono disponibili nell’ambito Open-Source per la visualizzazione in 3D, filtraggio e classificazione dei dati, oltre che per operazioni di esportazione ed importazione utili per l’interoperabilità dei dati. Verranno anche presentati i vari software disponibili, sia Open-Source e gratuiti che commerciali per fornire la possibilità di confrontare le varie soluzioni possibili.

Progrmama di massima

Ore 9:00-18:00
• Come viene creato il dataset da un rilievo laser scanner • Com’è strutturato il dato • Formati di interscambio dati: LAS (v. 1.x), ASCII, altri
• Cenni sulla forma d’onda
• Principi di elaborazione della nuvola di punti: visualizzazione tematizzata, i valori di intensità, le classi, il collegamento con il tempo GPS • Software Open/Commerciali/Ibridi disponibili - LasTOOLS, CloudCompare, LibR… • Importazione ed esportazione dei dati e creazione di raster dai dati laser scanner

Ore 9:00-18:00
• Utilizzo di CloudCompare/R/LASTools per esercizi • Gestione di progetti di grandi dimensioni mediante processi batch (automatici) • Esercizi pratici per la classificazione, filtraggio e creazione di DTM e DSM dalle nuvole di punti

Last updated on 20 Jan 2021

Introduzione al Machine Learning

Nell’ambito dell’intelligenza artificiale il cosiddetto “Machine Learning” (ML) include metodi per apprendimento dei modelli di predizione ed analisi. In questo corso viene introdotto il concetto di modello e di machine learning in ambito dell’analisi di dati geospaziali, in particolare immagini e nuvole di punti da laser scanner. Il discente apprenderà come utilizzare degli strumenti per classificare punti e pixel in funzione di esempi per l’apprendimento del modello, ed anche come applicare questi strumenti per la regressione, ovvero eseguire stime di variabili continue utilizzando fattori predittivi.

PRIMA GIORNATA

Mattina 9:00–13:00 - Introduzione e terminologia (predittori, vettori, osservazioni, tensori…) - Semplici esempi teorici dei CART (classification and regression trees) - Come impostare un sistema con RStudio e R-CRAN per iniziare un progetto dedicato a classificare con ML - Pacchetti R CRAN dedicati al ML (CART, H2O, rMiner, tidymodels )

Pomeriggio 14:00–18:00 - Impostare un progetto in RStudio - Caricare i pacchetti necessari - installazione avanzata per calcolo distribuito parallelo e cluster - Importare e trasformare i dati, in particolare “GEO” (“data cube” da immagine da satellite + nuvola di punti di un rilievo LiDAR in ambito urbano) - Come inserire dati “con etichette” per l’apprendimento dell’algoritmo di ML - utilizzo GIS (QGIS) e CloudCompare per ottenere dati di esempio per l’apprendimento

SECONDA GIORNATA

Mattina 9:00–13:00 - Fase di divisione del dato in sotto-insiemi per le fasi di addestramento (trianing), validazione e test - Creazione del modello con osservazioni usando algoritmi diversi - Random Forest, Support Vector Machine, Stacked Ensembles - Utilizzo del modello per la predizione - Creazione del prodotto finale classificato

Pomeriggio 14:00–18:00 - Esempio di regressione / classificazione per dati quantitativi, quantitativi, ordinali e non - Metriche per la verifica dell’accuratezza e degli errori - Interpretazione di una matrice di confusione, precisione e sensibilità del modello, f-score, curve ROC - Interpretare il modello, definizione del grado di importanza (peso) delle variabili di predizione, effetto dello scartare/includere le variabili - Replicabilità del modello, limiti del ML (dove NON funziona bene?) e campi di applicazione.

Last updated on 20 Jan 2021